Rock Politick – 16° Puntata: Ammalarsi ci rende tutti uguali

“Scende la sera, l’uomo è smarrito e impaurito. Siamo tutti sulla stessa barca, dobbiamo remare insieme. Dio, non lasciarci in balìa della tempesta.” Sono queste le parole di Papa Francesco rivolte in una preghiera a Dio. Chi meglio di lui poteva rivolgersi al Signore per pregarlo di fermare il dramma mondiale che stiamo vivendo? In un periodo storico in cui la scienza ha sempre avuto il monopolio delle risposte a tutte le domande, gli uomini, come non accadeva ormai da anni, si rivedono nella figura sacra del Papa. Si, perché Bergoglio, in ginocchio alle porte del Vaticano in quella preghiera con sfondo una Piazza San Pietro spettrale, impersona tutte le sofferenze delle vittime di questa bestia invisibile e dei loro famigliari. In queste settimane le centinaia di notizie e fake news che inondano i nostri telefonini quotidianamente, ci hanno fatto perdere la visione della realtà. Non sappiamo quale sia la causa del Coronavirus.