/

Ue, Conte “Dalla politica italiana una grande prova di maturità”

ROMA (ITALPRESS) – “La classe politica italiana nel suo complesso ha dato una grande prova di maturità”. Lo ha detto il premier, Giuseppe Conte, nel corso dell’informativa in Senato sugli esiti del Consiglio Europeo sul Recovery Fund.
Per l’Italia c’è stato “un esito persino migliore rispetto alla proposta precedente della Commissione europea – ha spiegato Conte -. Nello schema attuale riceverà 209 miliardi, il 28% delle risorse totali, resta fissato a 81 miliardi l’ammontare dei trasferimenti” a fondo perduto. “Mentre aumenta di 36 miliardi la componente di 36 miliardi di prestiti”.
“Si è trattato di una interlocuzione complessa – ha sottolineato il premier -, un intenso impegno politico e diplomatico nei giorni e nelle notti di negoziato, ha consentito di vedere confermato il valore complessivo di 750 miliardi, pur a fronte di un equilibrio di sussidi passati da 500 a 390, e di prestiti passati da 250 a 360 miliardi di euro, causato dalla visione anacronistica di pochi stati membri. Il volume complessivo è stato confermato, la proposta è rimasta integra”.
“Il piano per la ripresa sarà un lavoro collettivo – ha aggiunto Conte -, ci confronteremo con il Parlamento, dobbiamo impegnarci in questa direzione. Dobbiamo impegnarci anche per alimentare la fiducia nelle istituzioni italiane, la fiducia nell’Europa”.
(ITALPRESS).