/

Roma all’esame Cluj, Fonseca “Loro sono forti, Smalling non gioca”

ROMA (ITALPRESS) – Vincere per mettere le mani sulla qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League e per riscattare la prova opaca dell’Olimpico contro il Cska Sofia nel precedente turno. Questo l’obiettivo della Roma a caccia dei tre punti tra le mura casalinghe contro il Cluj nel match valido per la terza giornata della fase a gironi della competizione continentale. Quattro punti a testa per giallorossi e rumeni in quello che si preannuncia essere uno scontro al vertice del gruppo A. L’allenatore giallorosso Paulo Fonseca ha messo in guardia i suoi dalla pericolosità dei prossimi avversari: “Sono forti – ha spiegato nel corso della conferenza stampa della vigilia – hanno un modo di giocare molto specifico e sono molto aggressivi sulle seconde palle. La scorsa stagione il Cluj è stato nel gruppo della Lazio e la Lazio non ha passato il gruppo mentre loro sì. Poi ha giocato senza perdere con il Siviglia che ha poi vinto l’Europa League. E’ una squadra forte e che non subisce una sconfitta da quindici partite”. Chi sarà chiamato a riscattare una prova insufficiente nello 0-0 contro il Cska Sofia è Borja Mayoral. Fonseca glissa su una possibile convivenza in attacco con Dzeko ma conferma una maglia da titolare per lo spagnolo, a secco nelle ultime due partite europee: “Ha bisogno di giocare e di adattarsi alla nostra squadra. Penso che questa sia la cosa più importante. Per le altre scelte vedremo domani”. Probabile turn over in difesa. Mancini sconterà l’ultimo turno di squalifica mentre Smalling non partirà dal 1′ perchè “non possiamo dimenticare che non ha lavorato con la squadra dall’inizio ma ha iniziato solo ora e tre partite di fila sono troppe”. Si scaldano quindi Fazio e Juan Jesus che Fonseca definisce “disponibili” e reduci da “buoni allenamenti”. Il portoghese si gode poi il momento magico di Pedro, autore di tre gol in campionato: “Non sono sorpreso delle sue prestazioni. Quando l’ho scelto conoscevo il livello del giocatore. Se giocherà domani? Vedremo”.
(ITALPRESS).