/

Capotondi “Stadi con tifosi buon segnale, agli Europei bella Italia”

ROMA (ITALPRESS) – “Lo sport con gli stadi pieni ha un effetto molto positivo sugli italiani, ma anche a livello europeo e mondiale. E’ un buon segnale, ma è chiaro che si deve stare attenti”. Lo ha dichiarato Cristiana Capotondi, capodelegazione della nazionale italiana femminile, in un’intervista nel corso della settima puntata della rubrica Italpress “Primo Piano speciale Euro2020”, condotta da Claudio Brachino, alla vigilia del match degli azzurri agli ottavi di finale contro l’Austria. La dirigente azzurra ha anche parlato dei 60 mila tifosi che sono attesi a Wembley per le semifinali e la finale di Euro2020: “Rispetto a queste decisioni bisognerà capire come andranno i contagi, perchè in particolare l’Inghilterra sta gestendo una variante”. Capotondi non crede che sia una mossa prematura, ma che bisogna tenere gli occhi bene aperti: “Non credo sia azzardato, perchè questo è l’obiettivo finale e penso che attraverso il mondo del calcio si voglia dare un segnale di piena ripartenza. E’ un massaggio sportivo, sociale e politico insieme”. Un Europeo dove, però, non sono mancate le polemiche, a partire dal mancato inginocchiarsi di alcuni azzurri a sostegno del movimento Black Lives Matter:”Il calcio è una cassa di risonanza importante, quindi credo che politicamente sia sensato come accordo tra le istituzioni utilizzare questi momenti di grande visibilità per passare dei messaggi che sono condivisibili. La nostra nazionale è fatta di giovani ragazzi che si sono già espressi a favore del movimento in questione, ma hanno deciso di non inginocchiarsi. Questa è la libertà individuale che non possiamo togliere, dobbiamo lasciarli liberi di fare”. Sulla nazionale femminile, Capotondi ha poi proseguito: “La cosa più bella di questa estate calcistica sono state le ultime due amichevoli con Olanda e Austria dove coach Bertolini ha schierato tante giovani. Adesso l’obiettivo è quello di andare in Inghilterra e giocare un ottimo europeo, sperando che i ragazzi, incrociamo le dita, facciano il loro”. Infine, sull’imminente sfida che vedrà gli azzurri sfidare l’Austria la Capotondi ha preferito non fare pronostici: “Impossibile farli. Io ho visto una bella Italia con tante possibilità di cambi e alternative. Le tre vittorie nel girone fanno morale e i numeri di mister Mancini e l’imbattibilità di questa squadra dovrebbero farci ben sperare. Sono convinta che entreremo in campo determinati”.
(ITALPRESS).